La Casa della Carità

Housing sociale temporaneo Casa della carità

29 dicembre 2011

La Giunta della Regione Lombardia ha deciso di sostenere, su proposta degli assessori alla Famiglia e Solidarietà sociale Giulio Boscagli e alla Casa Domenico Zambetti, il progetto di housing sociale temporaneo ‘Casa della carità’ di Voghera (Pv), presentato dalla Caritas diocesana di Tortona (Al), di cui la città pavese fa parte, finanziandolo con 34.000 euro. I padri Barnabiti, presenti a Voghera da oltre 100 anni, hanno deciso di destinare al progetto della Casa della carità una porzione di un loro immobile, attiguo alla parrocchia di Santa Maria della Salute, che sarà ristrutturato e concesso alla Caritas diocesana di Tortona per 18 anni attraverso una locazione a canone calmierato.

Tre piani per singoli e coppie

La casa della carità di Voghera sarà strutturata su tre livelli. Al primo piano gli spazi e gli uffici per la Caritas e il volontariato, al secondo piano 8 mini appartamenti per uomini singoli e al terzo piano 6 appartamenti di varie metrature per coppie senza figli. Tutte le 14 unità abitative saranno adeguatamente arredate e concesse a canone moderato per un massimo di sei mesi. Il progetto dovrà essere realizzato in 12 mesi.

Aiuto alle fasce più deboli

“Il progetto – ha detto l’assessore Boscagli – è finalizzato a potenziare gli interventi di housing sociale temporaneo per le fasce deboli della popolazione che hanno difficoltà all’accesso della casa”. Il progetto consente, inoltre, agli Enti del territorio, di disporre in forma stabile di alloggi per accompagnare uomini singoli e famiglie senza figli verso un’autonomia abitativa, aumentando l’offerta esistente e sostenendo progetti che garantiscano soprattutto un’attenzione alla qualità dell’accompagnamento sociale e della gestione residenziale

 

fonte: http://www.casa.regione.lombardia.it/