verbale

Verbale 5 aprile 2017

Print Friendly, PDF & Email

 

Assemblea Ordinaria

05 aprile 2017 – Consulta per i problemi sociali del comune di Voghera

Presenze: Atletica Pavese, Associazione Marocchina Sportiva E Culturale, Bambini Con La Ccam, Anfass, Artuceba, Progetto Voghera, Arca Degli Animali, Finis Terrae, Banca Del Tempo, Cooperativa La Collina, Associazione Romena O.P, Associazione Insieme, Gruppo Aleimar, , Fondazione San Germano, Soci Coop, Associazione Chi.A.Ra, Legambiente, Cav, Mcl, Anteas, Oltre Noi, Centro Consulenza Alla Coppia E Alla Famiglia, Avis, Aido, Associazione Pro Famiglia Spinelli, Fondazione Don Gnocchi, Orti Sociali, Associazione Amici Di Chiara, Dimbalente, Cif, Admo, Libera.

Approvazione del verbale dell’Assemblea del giorno 11 gennaio 2017
Approvato con modifiche richieste dall’assessore Simona Virgilio

  1. ”L’Assessore propone di fare richiesta di stampa di volantini in caso di necessità”
  2. ”L’Assessore propone alle associazioni che ne hanno bisogno di fare richiesta per la sede all’ufficio patrimonio”
  3. ”Verrà interpellata la Consulta, rispetto alle decisioni relative alle problematiche sociali, qualora sia ritenuto necessario”

Decisione del Consiglio Comunale
Rispetto ai recenti fatti e decisioni prese in sede di Consiglio Comunale ed, in particolare, rispetto alla decisione presa di decurtare il budget assegnato all’Assessorato per le politiche sociali a favore del budget previsto per la Fiera dell’Ascensione, viene chiesto un parere ai presenti.
Due i punti di attenzione su cui si discute:

  1. Riflessione e condivisione di pareri sulla decisione
  2. Riflessione e condivisione di pareri sul ruolo della Consulta

Il Presidente, inoltre fa notare che era stato precedentemente vietato l Direttivo di inserire questo specifico punto nell’ordine dl giorno. Il Direttivo esprime un parere contrario sia rispetto alla decisione presa, sia rispetto al fatto che la Consulta non è stata chiamata ad esprimere un parere in precedenza.

L’Assessore informa che, essendo la Consulta un organo del Comune il suo ruolo è quello di creare sinergie e non contrapposizioni. Molte associazioni chiedono chiarezza rispetto alla questione del budget e l’Assessore spiega che la somma è stata solo temporaneamente prelevata all’Assessorato per le politiche sociali anche in considerazione del fatto che quella cifra sarebbe superiore alle necessità per le quali era stata stabilita (rette per anziani).

Alcuni presenti intervengono per sottolineare il fatto che, anche qualora la somma indicata fosse superiore ai bisogni, in città esistono altre e differenti situazioni di emergenza e di difficoltà per le quali questa somma avrebbe potuto comunque essere destinata; si invita pertanto l’Assessorato e l’Amministrazione ad effettuare scelte più attente alle problematiche cittadine.

Alcuni presenti intervengono per sottolineare che la Consulta deve avere tutto il diritto di esprimere opinioni differenti, anche quando queste sono in contrasto con il Comune e non deve essere imbavagliata. Altri presenti chiedono di stilare un documento per comunicare al Comune che la Consulta desidera essere consultata in merito alle decisioni relative alle problematiche sociali.

Alcuni presenti sostengono che, con uesta ipologia di discussioni, si sta dando un
Indirizzo politico alla consulta la quale si dovrebbe occupare di fornire proposte e soluzioni e l’Assessore invita i presenti a non fare politica in sede di Assemblea.

Il documento creato dal presidente nei giorni precedenti all’Assemblea e condiviso con Le associazioni durante le riunioni d’area non viene letto né votato, poiché a maggioranza si decide di inserire a verbale che la consulta non nella sua interezza, prende atto con dispiacere della decisione presa in sede di Consiglio e prende altresì atto che l’Assessore si impegnerà a restituirli all’Assessorato per le politiche sociali nei tempi e nei modi stabiliti durante il Consiglio.

Parola alle Associazioni
Caterina Tava chiede eventuali disponibilità per ore di docenza.

Ibtissam Dchar chiede una sede per la sua associazione Cristina Boffelli si rende disponibile a condividere la sua.

Marcella Barbieri informa che si rivolgono a lei molte persone che hanno perso la casa Poiché non trovano risposta/soluzioni presso gli uffici comunali.

L’Assessore comunica Che sta sollecitando Aler per 2 appartamenti che dovrebbero essere stati svincolati (precedentemente gestiti da Agape) ma non le è ancora pervenuta comunicazione formale e che si sta impegnando sulla questione dell’emergenza abitativa attraverso la stipula di convenzioni.

Caterina Tava chiede se e quando gli asili nidi pubblici avranno la possibilità di
aumentare la loro capienza e l’Assessore spiega che strutturalmente potrebbero
ospitare più bambini di quelli attualmente presenti, ma il problema sta nel fatto che non ci sono abbastanza educatori per mantenere il rapporto n. bimbi x n. insegnanti previsto per legge e che al momento sono bloccate nuove assunzioni.

Parola al Direttivo
Il Presidente Gianni tempesta, Ibtissam Dchar, Marilù Nassano e Laura Bertelegni rassegnano le dimissioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *