Cooperativa Sociale Finis Terrae

Logo Associazione

Cooperativa Sociale Finis Terrae

Mail: segreteria.finisterrae@gmail.com
Sito web:
Indirizzo: Via Damiano Chiesa, 14, Pavia, 27100
Settore di intervento: Immigrazione

Referente: Liudmila
Telefono: 038348234
googlegroups: no
Iscrizione all'albo comunale: no

Descrizione associazione

La Cooperativa nasce nel 2007 dall’esperienza del Centro di Documentazione e Iniziative per il Dialogo Interculturale (Centro D.I.D.I.), già sul territorio dal 2001.

Gli operatori hanno garantito e garantiscono la continuità sul territorio dell’Oltrepo’ da circa un decennio. Il lavoro svolto da Finis Terrae riguarda la gestione degli sportelli di consulenza amministrativa rivolti ad immigrati (operativi a Voghera, Casteggio e Varzi in convenzione con i due Piani di Zona) , la mediazione culturale e linguistica nelle scuole materne, elementari, medie e superiori nelle città di Voghera e Oltrepo’ e presso i servizi socio sanitari del territorio, l’insegnamento della lingua italiana L2, attività di formazione ad altri operatori, la progettazione sociale etc. Finis Terrae si propone come strumento di comunicazione, spazio intermedio e neutrale e mezzo di integrazione per l’immigrato che si trova a convivere tra due realtà, quella lasciata e quella trovata, sostenendole entrambe.

I mediatori di Finis Terrae, tutti con un solido curriculum scolastico ed una lunga esperienza maturata sul campo, hanno un’ottima padronanza bilingue e una buona conoscenza delle procedure e del territorio grazie all’esperienza quotidiana, all’ascolto attivo e alla continua formazione. Le aree d’intervento sono principalmente la scuola e i servizi socio sanitari. Al fianco dei mediatori e con una funzione complementare, i facilitatori linguistici sono una risorsa importante per la scuola di ogni ordine e grado grazie alla profonda competenza sui processi di alfabetizzazione e sulla glottodidattica.

Gli ambiti di intervento

Scuola:

All’interno delle scuole la Cooperativa opera attraverso professionisti della mediazione culturale e linguistica e della facilitazione linguistica. Le azioni si svolgono secondo le fasi previste dal protocollo di accoglienza, a partire dalla somministrazione di test per valutare le competenze pregresse acquisite nel paese di origine, all’apprendimento della lingua italiana necessaria per la comunicazione, all’approfondimento della lingua italiana necessaria per lo studio, al rapporto scuola famiglia, fino alla semplificazione testuale. È previsto inoltre un monitoraggio periodico dei risultati raggiunti e delle criticità emerse, in modo da creare una sinergia tra i vari operatori che lavorano intorno al ragazzo. Al termine del percorso viene inoltre somministrato all’alunno un test per la valutazione delle competenze linguistiche acquisite in base al quadro comune europeo di riferimento.

Consulenza:

La cooperativa sociale Finis Terrae già opera all’interno dei Piani di Zona di Voghera e Casteggio anche attraverso la gestione di sportelli di consulenza amministrativa rivolta a cittadini immigrati, con lo scopo di informare, facilitare e orientare gli utenti nell’adempimento delle numerose pratiche inerenti la regolarità del loro soggiorno (rinnovi permesso di soggiorno, ottenimento carta di soggiorno, iscrizione anagrafica, iscrizione al sistema sanitario nazionale, ricongiungimenti familiari, procedure inerenti il lavoro). Nel corso di questi anni, la Cooperativa sociale Finis Terrae ha instaurato una serie di proficui rapporti e collaborazioni con enti e servizi del territorio (ASL, Ospedali, Consultori, Scuole, Questura, Prefettura, associazioni etc) ponendosi come nodo di una rete territoriale estesa sui vari aspetti relativi al percorso migratorio e di integrazione.

Rete territoriale:

La Cooperativa Finis Terrae al fine di implementare e migliorare le relazioni esistenti sul territorio dell’Oltrepo’ pavese si propone come partner e collaboratore per enti ed istituzioni attive nei vari aspetti riguardanti la presenza dei cittadini immigrati.

Crediamo che l’esperienza maturata e le competenze acquisite possano essere proficuamente condivise anche su altri ambiti e su nuove attività nell’interesse di una reale, solidale e democratica società civile.

In questi anni, per esempio, Finis Terrae ha operato in collaborazione con vari enti ed associazioni in diversi ambiti:

  • con Fondazione ISMU (Integrazione e Studi sulla Multietnicità) per la rilevazione dei dati inerenti la provincia di Pavia, finalizzata alla creazione del Rapporto Annuale sulle Migrazioni in Italia; nell’ambito del Progetto AbitAzioni (in corso, su Bando Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali) per l’integrazione alloggiativi dei cittadini migranti;
  • con l’Associazione Babele di Pavia nell’ambito del Progetto ISIDE (concluso nel 2010 sul Bando Legge 23) per il sostegno alla maternità; nell’ambito del Progetto Dica 33 per la mediazione culturale e linguistica in ambito sanitario (in corso, su Bando Alleanza Toro-Assicurazioni);
  • con l’Associazione Oltremare di Vigevano e l’Associazione Babele di Pavia nell’ambito del Progetto Ritrovarsi (concluso in febbraio 2013, su Bando del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali) per il sostegno di famiglie immigrate in situazione di crisi, con un focus sul ricongiungimento familiare;
  • con ACLI Pavia nell’ambito del Progetto OLTRE (in corso, su Bando Fondazione Cariplo) per il sostegno allo studio degli studenti stranieri delle scuole secondarie di secondo grado e l’orientamento per famiglie e ragazzi delle scuole secondarie di primo grado.

La rete in cui Finis Terrae è inserita comprende gli enti:

  • Piani di Zona Voghera e Casteggio;
  • Provincia di Pavia;
  • Prefettura di Pavia e Consiglio Territoriale per l’Immigrazione;
  • Scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio;
  • Enti di Formazione Professionali;
  • Patronati – Sindacati;
  • Prefettura/Questura/Commissariato;
  • Servizi Socio Sanitari: ASL, Ospedali, Consultori, Tutela Minori, Neuropsichiatria Infantile, CPS
  • Fondazione ISMU;
  • Organizzazioni di volontariato del territorio di Voghera e Oltrepo’: Associazione Insieme, Caritas, Cooperativa Agape, Movimento Cristiano Lavoratori, Fondazione Adolescere, SOMS, Aler, Consulta del Volontariato;
  • Realtà associative della provincia di Pavia operanti nel settore dell’immigrazione: Associazione Babele, Associazione Oltremare, ACLI, Cooperativa Progetto Con-Tatto, Ci Siamo Anche Noi, Europolis, Cooperativa Liberamente, Caritas Pavia, Centro Servizi Volontariato.

Formazione

La cooperativa sociale Finis Terrae offre corsi di formazione a tutti i soggetti interessati ad acquisire una maggiore competenza, conoscenza e consapevolezza del percorso migratorio con un focus particolare sulla mediazione culturale e linguistica sia nell’ambito scolastico (il primo contatto con la scuola, i protocolli di accoglienza, lo sviluppo della competenza linguistica dell’italiano L2, semplificazione testuale rivolta a studenti stranieri e italiani) sia nell’accompagnamento in percorsi di inserimento sociale e lavorativo. I destinatari privilegiati sono quindi minori, adulti, famiglie, mediatori, insegnanti, referenti per l’intercultura e presidi.

Mediazione interculturale

La Cooperativa Sociale Finis Terrae lavora nell’ambito di progetti di accoglienza e coesione sociale anche attraverso lo strumento del “gruppo” poiché attraverso questa modalità sia i ragazzi sia gli adulti, che si trovano ad affrontare sfide simili, possano mettere in comune risorse ed esperienze, problemi e idee, confrontandosi, scambiandosi supporto e diminuendo la sensazione di solitudine e di estraneità che spesso provano. Il gruppo lavora “sul qui ed ora”, sulle emozioni che in parte potrebbero anche nascere dal vissuto passato e che vengono accolte e sostenute dal gruppo stesso; può fare emergere eventuali stereotipi ed “insinuare dubbi su certezze”, può fare immaginare percorsi e strategie di adattamento possibili. Tra i soci della Cooperativa sono presenti competenze nella conduzione di gruppo e di gruppi di parola ma anche di consulenza rivolta a singole persone o famiglie.

Inoltre, in collaborazione con il Centro di mediazione sistemica “Gregory Bateson” di Milano, la cooperativa progetta interventi e percorsi di formazione legati a mediazione e intecultura. Il Cento Bateson è ente riconosciuto per la formazione di Mediatori Familiari e Sociali e Counselor professionisti e svolge attività di mediazione familiare a livello internazionale, e di mediazione sociale interculturale anche in collaborazione con enti di altri Paesi europei.

Accoglienza immigrati

Dal 2011 la cooperativa sociale Finis Terrae ha svolto un ruolo di mediazione sociale e interculturale per il territorio dell’Oltrepo’ e Pavia, incontrando persone, famiglie ed enti e focalizzandosi su un necessario bisogno condiviso di comprensione – non solo linguistica – sia da un punto di vista dei significati che delle diverse sensibilità a confronto, ma anche sulla ricerca e comunicazione di una risposta univoca tra i vari enti che riportasse ad una dimensione di chiarezza e prospettiva. Fin dall’inizio i nostri operatori si sono attivati recandosi presso le strutture e creando contatti con la Prefettura, Protezione Civile, Croce Rossa, strutture di accoglienza. Numerosi sono gli interventi effettuati sia in caso di bisogno di un interprete (presso le strutture, presso le strutture sanitarie, presso vari uffici pubblici) che in situazioni di mediazione di conflitti e interculturale (tra gruppi, tra coppie, gestore-ospiti). Questi interventi hanno contribuito a costruire gradualmente un rapporto di fiducia e comunicazione.

Questi numerosi contatti hanno avvicinato i ragazzi e altri attori agli gli sportelli di consulenza amministrativa gestiti da Finis Terrae (nel caso specifico principalmente quelli di Voghera e di Casteggio) che è così diventata il punto di riferimento sul territorio dell’Oltrepo’ sia per i migranti che per le strutture ospitanti che per gli avvocati che hanno seguito le varie pratiche di ricorsi. Finis Terrae ha diversi convenzioni con varie strutture di accoglienza per i profughi nella zona Pavia e Oltrepo’ al interno di quali previsti non solo gestione amministrativa per le procedure burocratiche, ma anche organizzazione dei corsi di lingua italiana al interno degli strutture. L’incompetenza linguistica infatti contribuiva ad ostacolare qualsiasi loro stimolo di progettualità rispetto alla loro permanenza in Italia sia da un punto di vista piu’ immediato della socialità che rispetto alla loro possibilità di accedere ad un lavoro o ad un corso professionalizzante.

Traduzioni e interpretariato

I mediatori linguistici si occupano di tradurre da e verso l’italiano certificati, avvisi e materiale informativo relativo agli ambiti sanitario, scolastico e giuridico, oltre a fornire un servizio di traduzione formale e asseverazione di documenti. Su richiesta, i nostri mediatori intervengono personalmente presso i servizi socio-sanitari e ospedalieri (ASL, Ospedali, Consultori, Tutela Minori, Carcere, Scuole, Questura, Tribunale, etc.) agevolando la comunicazione tra operatori e utenti.

Progettazione

La cooperativa Finis Terrae si occupa da anni di progettare interventi su misura in ambito immigrazione ed intercultura. Ciò avviene grazie anche ad una presenza costante e radicata sul territorio di Voghera e Oltrepo’ nell’ambito della consulenza, della scuola e dei servizi socio-sanitari e socio-assistenziali, che ci permette una valutazione quotidiana dei bisogni della nostra utenza.

Il nostro approccio alla progettazione parte dal presupposto che ogni intervento debba essere condiviso e non “calato dall’alto”; solo con queste premesse crediamo infatti che sia possibile un percorso reale verso l’obiettivo. Nella fase di ideazione e definizione di ogni nostro progetto valutiamo con attenzione le opportunità che il territorio di intervento offre in termini di risorse già disponibili da valorizzare e/o da attivare. Mentre da un lato lavoriamo per far crescere e migliorare le attività già in essere (attività di sportello, interventi nelle scuole, mediazione nei servizi delle città, etc.), dall’altro ricerchiamo ambiti e modalità innovative di intervento.

Essere Terra di Frontiera...

La linea di frontiera è qualcosa che separa – tu sei di là, io sono di qua – e lo straniero vive il disorientamento e la difficoltà di imparare il modo per oltrepassare questa linea (per necessità e con la consapevolezza del rischio perdere la vecchia identità e appartenenza, senza acquisirne una nuova). La terra di frontiera è invece una striscia di terra abitabile, dove attraverso la relazione tutti si sentano liberi di oscillare e di sentirsi a volte di qua e a volte di là... Partiamo dal contatto che abbiamo con il mondo dei cittadini immigrati che interagiscono con il territorio. D’altra parte, ci muoviamo in un territorio che è – dovrebbe essere – in una fase di accoglienza. Ci si trova di fronte spesso ad una persona che non è più là ma non è ancora qua, in una fase di passaggio. Una transizione che riguarda entrambe le parti.

Finis Terrae si propone di essere terra di frontiera, un luogo dove tutto si mescoli nella positività dell’incontro, della conoscenza, dello scambio. Un luogo dove ci si reca magari per un problema (un figlio che ha difficoltà a scuola, una pratica spinosa, la ricerca di una badante per un genitore anziano, la non conoscenza della lingua, perché non si conosce nessuno, perché si è appena arrivati a Voghera….) ma attraverso la relazione di fiducia che si instaura con gli operatori la persona sperimenta la possibilità di mettere in moto le proprie risorse per superarlo.